Recensione imbracatura Stubai “TRIPLE”

Recensione imbracatura Stubai “TRIPLE”

Oggi si parla di Stubai, non del famoso ghiacciaio ma della storica azienda tirolese che da più di un secolo produce strumenti da lavoro e allo stesso tempo attrezzatura da montagna, due settori che richiedono grande cura e attenzione nei prodotti. La precisione e la qualità sono sicuramente due caratteristiche che identificano questa azienda della quale si apprezza uno stile artigianale e genuino. I prodotti Stubai Sports già a prima vista si presentano bene,  poi al tatto confermano e rinforzano la percezione positiva che hanno trasmesso dalla “vetrina”.

Nello specifico volevo soffermarmi sulla loro imbracatura da arrampicata che ho personalmente testato, il modello si chiama “Triple” e potete trovarlo nel loro catalogo che si trova sul loro sito (lo trovate direttamente a questo link).

Ormai sappiamo che il consumatore è l’esemplare vivente più esigente che esista: vorrebbe sempre un prodotto perfetto in ogni aspetto, se si tratta poi di uno sportivo la ricerca della perfezione è ancora più maniacale: peso ridotto, forma alla moda, estetica da urlo e prezzo bassissimo, dimenticandosi però che le qualità che deve avere un oggetto così importante siano decisamente altre.

Innanzitutto va detto che il prezzo è l’ultima cosa da guardare quando si acquista un oggetto al quale affidiamo la vita (e non solo intesa come parte del corpo, visto ciò di cui stiamo parlando). L’imbracatura non deve far risparmiare, non dobbiamo barattare la nostra sicurezza per una manciata di euro in meno che escono dal portafoglio. Si ok, al giorno d’oggi qualsiasi imbracatura non ti abbandonerà mai nel momento del bisogno, se fai un volo sarà sempre pronta a trattenerti, ma ancora prima di cadere (in arrampicata sportiva, specie su passaggi duri, la caduta è una cosa normale) e di indossarla, questo attrezzo deve trasmetterti FIDUCIA. Nel centrare questo obiettivo quelli di Stubai ci sono riusciti alla grande: essendo molto robusta e di fattura non banale si mostra un ottimo alleato per partire col piede giusto e per sentirsi in una botte di ferro.

Il secondo aspetto da considerare è la FUNZIONALITA’ intesa in questo caso come efficienza nell’organizzazione del materiale, è sempre importante avere la ferraglia distribuita bene e di comodo accesso così da semplificare i movimenti anche quando ci si trova in parete nelle posizioni più precarie.  In questo senso ho notato una certa qualità per il comodo orientamento degli anelli portamateriale, a prima vista sembravano particolarmente bassi ma poi mi sono accorto che questa astuta inclinazione agevola la disposizione dell’equipaggiamento e quindi dell’arrampicata.

Infine ho potuto valutare anche la comodità nel senso di COMFORT. In occasione di una via di roccia, che con alcuni amici stiamo chiodando, l’ho potuta testare  in condizioni impegnative quindi con tanto materiale addosso e restando tante ore appeso alla parete. In queste situazioni appunto ho notato una certa accoglienza sulla parte lombare ed essendo robusta offre uno schienale e dei cosciali abbastanza morbidi.

Per riassumere la “Triple” ha raggiunto in pieno i tre obiettivi essenziali che secondo me deve soddisfare un climber: SICUREZZA, FUNZIONALITÀ, COMFORT.

https://www.stubai-sports.com/ 

———————————————————————————————————— ENGLISH VERSION

Today we talk about Stubai, not the famous glacier but the historic Tyrolean company that for more than a century produces work tools and at the same time mountain equipment, two sectors that require great care and attention in products. Precision and quality are definitely two characteristics that identify this company which is appreciated by a genuine and artisanal style. At first glance, the Stubai Sports products appear well, then confirm and reinforce the positive perception they have transmitted from the “showcase” to the touch.

Specifically I wanted to focus on their climbing harness that I personally tested, the model is called “Triple” and you can find it in their catalog that is on their site (you can find it directly at this link).
By now we know that the consumer is the most exacting living specimen that exists: he always wants a perfect product in every aspect, if it is then a sportsman the pursuit of perfection is even more obsessive: reduced weight, fashionable shape, aesthetic to scream and very low price, but forgetting that the qualities that must have such an important object are definitely different.

First of all, it must be said that price is the last thing to look at when we buy an object to which we entrust life (and not only understood as part of the body, given what we are talking about). The harness must not save money, we do not have to trade our security for a handful of euros unless they leave the wallet. Yes ok, nowadays any harness will never leave you in the moment of need, if you make a flight it will always be ready to hold you back, but before you fall (in sport climbing, especially on hard passes, the fall is a normal thing ) and to wear it, this tool must transmit TRUST. In achieving this goal, those of Stubai have succeeded in the big: being very robust and non-trivial workmanship shows a great ally to get off on the right foot and feel in safe

The second aspect to consider is the FUNCTIONALITY understood in this case as efficiency in the organization of the material, it is always important to have the hardware distributed well and convenient access so as to simplify the movements even when you are on the wall in the most precarious positions. In this sense I noticed a certain quality for the comfortable orientation of the material loops, at first sight they seemed particularly low but then I realized that this astute inclination facilitates the arrangement of equipment and therefore of climbing.

Finally I could also evaluate comfort in the sense of COMFORT. On the occasion of a rock route, which with some friends we are spiking, I have been able to test it in demanding conditions so with a lot of material on it and so many hours hanging on the wall. In these situations, I have noticed a certain warmth on the lumbar side and being sturdy, it offers a rather soft back and leg loops.

To summarize the “Triple” has reached in full the three essential objectives that I think must satisfy a climber: SAFETY, FUNCTIONALITY, COMFORT.
Finally I could also evaluate comfort in the sense of COMFORT. On the occasion of a rock route, which with some friends we are spiking, I have been able to test it in demanding conditions so with a lot of material on it and so many hours hanging on the wall. In these situations, I have noticed a certain warmth on the lumbar side and being sturdy, it offers a rather soft back and leg loops.

.

mde

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Roberto ha detto:

    Bravo, bella recensione! molto chiara e spiega bene quello che veramente uno vuole e dovrebbe sapere. Posso sapere anche il prezzo? Sul sito nn lo trovo.

    Grazie e keep on rocking 🤘

    1. Kalipé ha detto:

      Grazie per il commento superpositivo. Da listino mi dicono che costa 70 euro.
      Keep on climbing 💪

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *